LE NUOVE FRONTIERE

il PRP: plasma arricchito in piastrine o gel piastrinico

Il PRP,utilizzato già da anni in chirurgia ortopedica, chirurgia maxillo-facciale, odontostomatologica, oculistica e nella terapia delle ulcere cutanee croniche per la sua dimostrata capacita' di  rigenerazione tissutale,  viene ora impiegato anche in Medicina Estetica per la biorivitalizzazione e il ringiovanimento cutaneo.

Esso si ottiene attraverso la centrifugazione del sangue, che permette di separare la porzione plasmatica contenente le piastrine, dalla parte corpuscolata rossa.
Il PRP viene subito reiniettato nel derma del paziente da cui e' stato prelevato.
Nel momento dell'iniezione, le piastrine si attivano, producendo e liberando vari fattori di crescita (PDGF, TGFalfa e beta, IGF I e II, EGF, VEGF): questi stimolano la neoformazione vasi sanguigni, con conseguente miglioramento del microcircolo, la migrazione di macrofagi e fibroblasti e la loro proliferazione,  con sintesi di nuove fibre collagene ed elastiche ed acido ialuronico. Risultato: stimolazione ed  accelerazione dei processi di guarigione e rigenerazione tissutale.

 La tecnica iniettiva è simile a quella della Biorivitalizzazione classica con acido ialuronico e vitamine, a microponfi. 

La metodica non presenta alcun rischio di rigetto in quanto il siero è dello stesso paziente (sangue autologo) ne' di infezioni in quanto il kit per il prelievo e la preparazione garantiscono la sterilità e l’assenza di manipolazione.

Sono necessarie 2/3 sedute l'anno ed il risultato sarà una pelle più luminosa e compatta, con un miglioramento della texture e la progressiva scomparsa delle rughe piu' superficiali.

Questa procedura può essere effettuata a livello di volto, collo, décolleté, dorso delle mani, parte interna delle braccia e delle cosce e sul cuoio capelluto.

PRP e capelli
Le ultime novità nella Terapia della Alopecia Androgenetica (calvizie comune) sia maschile che femminile riguardano l’uso del PRP quale potente stimolo alla rigenerazione dei bulbi del capello attraverso la stimolazione delle cellule staminali dotate di recettori per i fattori di crescita contenuti nelle piastrine.
 Si assiste ad un aumento dei capelli in fase anagen e soprattutto ad un miglioramento del trofismo dei capelli che diventano più forti e più spessi.
Il trattamento non impone nessuna limitazione della vita sociale che può essere ripresa subito dopo il trattamento.

10/11/2014